Credit & Loan

Feb 12 2019

Mutuo Inpdap Prima Casa 2018 Acquisto, Costruzione, Ristrutturazione, simulazione mutuo acquisto prima casa.

#Simulazione #mutuo #acquisto #prima #casa


Mutuo INPDAP Prima Casa

L’INPS offre ai dipendenti e pensionati pubblici e statali la possibilità di richiedere mutui ipotecari edilizi per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione della prima casa.

Regolamento Mutui INPDAP Prima Casa 2018

L’INPDAP è stato soppresso e a partire dal 1° gennaio 2012 è confluito nell’INPS, che ne è subentrato in tutte le funzioni e competenze.

Finalità e importo

Il regolamento dei mutui INPS ex INPDAP impone alcuni limiti alla finalità per cui può essere richiesto il finanziamento. Il mutuo può infatti essere richiesto solamente per l’acquisto o costruzione della prima casa, per finanziare lavori di manutenzione o ristrutturazione della prima casa, oppure per la costruzione o acquisto di un box auto o di un posto auto. Ci occuperemo qui solamente delle prime due possibilità.

Mutuo acquisto prima casa

Il finanziamento può essere richiesto all’INPS per acquisto prima casa, assegnazione da società cooperative in proprietà divisa, costruzione in proprio, completamento e/o ampliamento su terreno di proprietà, di un alloggio non considerato abitazione di lusso (come definito dal DM n. 1072 del 2 agosto 1969) e destinato a residenza dell’iscritto e del suo nucleo familiare.

Mutuo manutenzione o ristrutturazione prima casa

Chi può richiederlo

Il mutuo ipotecario edilizio INPS ex INPDAP per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione della prima casa può essere richiesto da:

  • dipendenti pubblici e statali in attività di servizio iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, con una anzianità di iscrizione non inferiore a 1 anno e titolari, al momento della domanda, di contratto di lavoro a tempo indeterminato
  • pensionati pubblici e statali iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali con anzianità di iscrizione non inferiore a 1 anno

Requisiti

Esistono alcuni requisiti da rispettare per poter richiedere il mutuo INPDAP:

  • deve trattarsi di prima casa, e non deve essere considerata “casa di lusso” secondo quanto previsto dal DM 1072/1969
  • la casa oggetto del finanziamento deve essere libera e disponibile
  • la casa deve trovarsi sul territorio italiano
  • l’iscritto e il suo nucleo familiare (cioè coniuge non separato legalmente per effetto di intervenuta sentenza o di decreto di omologazione del verbale di separazione consensuale, figlio o figli fiscalmente a carico) devono trasferire la loro residenza nella casa oggetto del mutuo
  • la casa non deve essere gravata da garanzie reali
  • l’iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e i componenti del nucleo familiare non devono essere proprietari di un’altra abitazione in Italia, salvo alcune eccezioni previste dal regolamento (proprietà di altro immobile che però è stato assegnato all’altro coniuge dopo la separazione; case ricevute per donazione o eredità ma non fruibili in quanto già gravate da diritti reali di godimento da almeno 5 anni; proprietà di abitazioni in misura pari o inferiore al 50%; proprietari di altra casa dichiarata inagibile a seguito di calamità naturali; solo in caso di disponibilità finanziarie residue per l’erogazione dei mutui, anche immobile ad almeno 150 km di distanza).

Durata

La durata varia a seconda dell’età del richiedente. Per i dipendenti e pensionati pubblici e statali che hanno meno di 65 anni compiuti al momento della presentazione della domanda, la durata può essere di 10, 15, 20, 25 o 30 anni.

Tasso di interesse fisso o variabile

I mutui ipotecari edilizi per gli ex INPDAP offrono due possibilità per quanto riguarda i tassi di interesse:

  • Mutuo a tasso fisso pari al 2,95% per tutta la durata del finanziamento (per le richieste entro il 1/9/2017), oppure calcolato in base al nuovo metodo del loan-to-value per le richieste dal 1/9/2017 in poi (consulta la tabella del tasso in base al LTV).

Calcolo rata e simulazione piano di ammortamento

Il rimborso del debito avviene mediante il pagamento di rate semestrali costanti e posticipate, calcolate in funzione dell’importo, della durata e del tasso di interesse. Si tratta del piano di ammortamento alla francese, in cui le rate hanno sempre lo stesso importo e sono comprensive di una quota capitale e di una quota interessi.

Ipoteca sulla prima casa

Trattandosi di mutui ipotecari edilizi, è prevista l’iscrizione di un’ipoteca di primo grado sull’immobile da acquistare o già acquistato o sull’area su cui verrà costruita o su cui si sta costruendo la prima casa.

Polizza assicurazione prima casa

Il mutuatario, cioè l’iscritto ex INPDAP che ha richiesto il mutuo, è obbligato a stipulare una polizza di assicurazione sulla casa oggetto del finanziamento, e già costituito in garanzia ipotecaria, contro i rischi di incendio, fulmini, scoppi.

  • perdita involontaria di impiego
  • invalidità permanente totale a seguito di Infortunio o malattia
  • inabilità temporanea totale di lavoro a seguito di infortunio o malattia

Disponibilità di budget e graduatorie

I mutui ex INPDAP vengono erogati in base alla disponibilità di fondi stanziati annualmente. Questi fondi vengono poi ripartiti tra le varie direzioni regionali ogni quadrimestre e le eventuali disponibilità di denaro non utilizzate in un determinato quadrimestre vengono aggiunte a quelle del quadrimestre successivo.

Domanda on line

  • dal 1° al 10 gennaio per il primo quadrimestre
  • dal 1° al 10 maggio per il secondo quadrimestre
  • dal 1° al 10 settembre per il terzo quadrimestre

Per richiedere il mutuo bisogna essere registrati all’area riservata agli iscritti sul sito www.inps.it, e per accedere sono necessari il codice fiscale e l’apposito PIN. Nell’area riservata è disponibile tutta la documentazione necessaria per presentare la richiesta.

Surroga o portabilità

Estinzione anticipata

In ogni momento durante la durata del finanziamento, l’iscritto ha la possibilità di effettuare il rimborso anticipato del debito. È quindi possibile estinguere parzialmente o totalmente il debito residuo con pagamento in un’unica soluzione, senza che questo comporti alcuna penalità.

Pagamento rate

Il pagamento delle rate per il rimborso del debito avviene mediante bollettino MAV.


Written by LOAN


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *